Voglia di pene annunci e incontri

vuole scopare! Aveva scritto: -caro Gildo, sono arrivato insicuro e dubbioso, aveva anche pensato di andarmene, ma poi mi hai sorpreso. Finalmente la incontro per le scale e lei mi dice: ehi, sei arrivato già da un po e ancora non mi hai salutata. Gildo mi è bastato e non ne voglio più sapere di altri ragazzi. Che stronzo che sei! Mi aveva visto salire e aveva declinato tutti gli inviti per aiutarla da parte delle amiche e della sorella, mia moglie. Mia cognata d'altronde era già sposata e madre di due figli e mi sembrava troppo presa dalla famiglia per considerarla come possibile preda sessuale. Avevo voglia di scoparla in bocca, afferrarle la testa e spingerglielo fino in gola, ma continuai a godermi il momento. La vedevo aggirarsi tra gli invitati, salutare gli amici, vedevo le sue movenze eleganti. voglia di pene annunci e incontri

Mia cognata: Voglia di pene annunci e incontri

Volevo tutto e subito, avevo atteso questo momento da troppo tempo. Gildo continuava a fissarlo senza dire nulla ma gustandosi le sensazioni che quel ragazzo sapeva procurargli. La serata scorreva tranquilla per tutti ma non per. Mi guardò con unaria da gran troia: solo un assaggino, afferrò il mio pene scappellandolo de tutto e scese giù. Era il suo compleanno, le stavo facendo gli auguri, potevo osare. E poi cosa vuoi dire fare il gentile? Per te Gildo e basta e… dammi del. E continuò, parlandogli di tante cose e raccontandogli sprazzi della sua vita, a menarlo, senza mai fermarsi. Fortunatamente i suoi genitori avevano un negozio e spesso stavano fuori casa per lintera giornata e loro ne… approfittavano, come era successo quel giorno. Lo accontentò e si ritrovò quasi subito le dita che, ben lubrificate di saliva, si misero ad allargargli il buchetto e a penetrarlo. Le piaceva cambiare spesso ragazzo, non che scopasse davvero con tutti, ma faceva perdere la testa a molti e di sicuro qualcuno di loro cè riuscito a scoparsela per bene. Perché avesse accettato quella giocattoli per il sesso porno per stupida sfida non se lo sapeva spiegare ma ormai era troppo tardi per tirarsi indietro. Gildo si passava la lingua tra le labbra e si fregava le mani nellosservarlo, iniziando a toccarlo e a leccarlo a piena lingua dappertutto. Da qualche tempo mi ero accorto che passandoci laccendino per fumare per esempio, lei andava ben oltre il semplice oggetto e le sue dita si spingevano molto più in la sfiorando le mie, accarezzando la mia mano, passando. Sempre lo stesso Giulio, non riesce mai a chiamare le cose con il loro nome. Allinizio pensavo fosse solo una mia suggestione dovuta alleccitazione e al desiderio che stava crescendo. Adesso ho solo voglia di stare un po tranquillo a letto. Il rumore del caffè che saliva ci portò di nuovo alla fredda realtà. Vuoi che mi faccia prete? Arrivò il momento del caffè e mi feci trovare già su in casa. E si fermò solo dopo aver inghiottito tutto e sentito quel duro paletto diventare nuovamente un morbido salsicciotto. Gli sembrò che lo stesse quasi assaggiando, ma lo lasciò fare. Si allontanò di nuovo. Si spostò su una specie di tavolino che cera in fondo alla stanza, sembrava quasi un lettino, alto e stretto. Il mio bacino premeva contro il suo, il mio cazzo cercava in tutti i modi penetrarla, incurante dei vestiti. Se sono arrivato sano alla mia età ormai non mi posso più prendere niente. Il gioco ormai era proprio sfacciato, ma i nostri partner sembravano proprio non accorgersi di nulla. Detto questo spinse ancora e gli si appoggiò con il pube sul culetto, i peli schiacciati contro. Smise, andò in bagno a sistemarsi alla meglio e si rivestì. E proprio vero che gli anni migliori delle donne sono proprio i quaranta. Lo aveva impalato al primo colpo e si era conficcato dentro con disinvoltura. Gli offrì da bere e poi, sempre con una naturalezza disarmante gli chiese se sapesse perché era. Solo allora lo sputò. Lei invece tornò alla ragione. "Ti manca ancora un po di tecnica ma sei bravo.". voglia di pene annunci e incontri

0 pensieri su “Voglia di pene annunci e incontri

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *